L’8 marzo 2018 cade in un momento topico della storia del Paese: i risultati delle elezioni, appena celebrate, ci invitano ad un nuovo inizio. Rivolta a tutte le donne che si impegnano per una storia diversa, a quante qui e altrove sono insieme in cammino, la neo Presidente del Centro Italiano Femminile, Renata Natili Micheli, le invita «all’ impegno perseverante al fine di consegnare alle donne di domani una società rinnovata.

Voltare le spalle al protagonismo delle tante che ci hanno preceduto, aggiunge la Neo Presidente, non significhi, però, far decadere dalla memoria collettiva il fatto che soltanto le donne hanno saputo costruire una mappa concettuale fondata sulla “parzialità di genere” con cui interpretare e criticare la realtà».

Il Centro Italiano Femminile si impegna ad aprire per le donne e con le donne, la fase di “nuova negoziazione politica” per superare le insufficienze, anche economico-sociali, oltre che culturali, dell’attuale modello di sviluppo grazie alle categorie politiche della complementarietà o della corrispondenza.