Si è svolta sabato 2 dicembre scorso, nelle eleganti sale del resort Villa Livia di Termoli, la 56° Charter night del Lions Club Termoli Host, in cui i Soci del Club assieme a numerosi illustri ospiti hanno celebrato l’anniversario della fondazione del loro sodalizio. L’incontro è stato presieduto dalla Presidente Ester Tanasso, alla presenza di Governatore del Distretto 108A del Lions Club International, Carla Cifola, del Presidente di zona della 6° Circoscrizione zona B, Oreste Campopiano, del Presidente della Zona A, Luigi Sabatini e del Cerimoniere distrettuale Giuseppe Corti.

In apertura della cerimonia, la Presidente Ester Tanasso ha osservato come, in società strutturate come la nostra, ci siano molteplici occasioni per esprimere solidarietà in cui si viene sempre più spesso sollecitati a compiere gesti anche minimi, come l’invio di un sms, allo scopo -meritorio- di rendere il più agevole ed il più allargata possibile l’adesione alle varie iniziative. Tale sistema, di indubbia efficacia, ha però un effetto collaterale cui bisogna prestare attenzione: proprio la continua delega che questa semplificazione richiede, finisce paradossalmente con l’allontanare le persone dal problema, rischiando, nelle vite di corsa che tutti conduciamo, di provocare un generale ottundimento, una sorta di alienazione collettiva, che induce un depotenziamento del proprio ruolo di cittadino, frustrandone uno dei bisogni fondamentali: quello di essere e di sentirsi utili agli altri, in una rapporto che offra il senso vero di appartenenza ad una comunità, in cui si possa incidere e relazionarsi.

In questo senso, l’appartenenza al Lions Club International rappresenta per ciascuno dei soci una formidabile occasione per poter lavorare in favore della collettività, riconoscendone le esigenze e lavorando in prima persona per tentare di elaborare ed offrire delle risposte. Con questo spirito, ha sottolineato la Presidente del Termoli Host, si stanno svolgendo i services dell’anno in corso, come l’incontro formativo “Bimbi Sicuri” organizzato dal Club nel mese di ottobre, per la prevenzione degli incidenti in età pediatrica, condotto dagli Istruttori Nazionali della “Salvamento Academy” dott.ssa Elda della Fazia, socio del Club, e Carlo Virgilio del Nucleo Radiomobile della Compagnia dei Carabinieri di Termoli, che ha visto l’attenta partecipazione di molte donne in attesa, giovani coppie, nonni, insegnanti e personale scolastico.

Il Premio Notte di Natale che, per consolidata tradizione, è assegnato dal Club a persone che si siano distinte nel sociale, è stato conferito quest’anno, nel corso della serata, al Dott. Mariano Flocco, Responsabile dell’HospicE di Larino, struttura che assiste i malati terminali. Il premio, consegnato dai Soci nella mattinata del 2, è consistito nel dono di due televisori per due camere che ne erano sprovviste e di materiale da disegno e di gioco per i bambini che come, degenti o come visitatori, frequentano la struttura. Il Club ha inoltre in programma per il prossimo 15 dicembre, presso la saletta Caritas del Borgo Vecchio di Termoli, un incontro col Dott. Flocco dal titolo “La vita oltre il dolore” rivolto a tutti coloro che vivono o hanno vissuto da vicino l’esperienza della malattia e sarà volto ad offrire un sostegno ed una diversa chiave di senso nell’affrontare momenti così drammatici e dolorosi.

Per dare un segnale di solidarietà nei confronti delle zone terremotate d’Abruzzo, riconoscendo l’alto valore culturale che l’artigianato locale rappresenta come propulsore economico, il Club ha commissionato il ricordino della serata ai laboratori di Castelli, paese del teramano gravemente danneggiato dal terremoto, le cui maioliche sono rinomate fin dal 1500, allo scopo di favorirne la ripresa e farne conoscere la pregevolezza dei manufatti. Gli artigiani hanno realizzato delle graziosissime sfere natalizie dipinte a mano con i soggetti ed i colori tipici castellani, che sono state distribuite come dono natalizio del Club, suscitando sorpresa ed entusiasmo. Ulteriore motivo di festeggiamento è stata l’ammissione al Club di quattro nuovi soci, la dott.ssa Alessandra Candela e il dott. Bruno Pace presentati dalla Presidente Tanasso, l’avv. Nicola Muricchio presentato da Giuseppe Musacchio e il dottor Niccolò Roccolino presentato da Vincenzo Robusto.

Il Governatore Carla Cifola ha infine ricordato che è molto importante far conoscere il Lions Club International alla collettività, in quanto l’associazione permette ai suoi soci di affrontare insieme sfide sempre più importanti anche a livello internazionale. Continua deve essere la ricerca da parte dei Lions di nuove strategie e soluzioni atte a combattere ad esempio con la cultura della prevenzione e gli screening gratuti, malattie di larga diffusione come il diabete, avendo l’obbiettivo di salvare il maggior numero di vite. Problematiche come la fame, l’approvvigionamento di acqua e la salute rappresentano le prove che i soci del Lions Club International intendono affrontare, combattere e vincere. I Lions hanno il dovere di servire la collettività e soprattutto i deboli, ha ricordato, ovunque vi siano persone bisognose di aiuto nella loro realtà locale e nel mondo.

A conclusione della serata il Governatore Carla Cifola ha assegnato al Lions Club Termoli Host il riconoscimento Centennial Service Challenge 4 Diamanti per aver “operato nello scorso anno sociale in tutti gli ambiti operativi proposti dal Lions International per la lotta contro il diabete, per il coinvolgimento dei giovani della comunità, per la lotta alla cecità, alla fame delle popolazioni vulnerabili nella comunità e per la protezione dell’ambiente”. Ha inoltre consegnato gli Award Monarch Chevron a Antonio Plescia per i suoi 10 anni di appartenenza al club e a Vito Candela per i suoi 55 anni di militanza nel Termoli Host, riconoscimento che è stato ritirato dalla figlia la nuova socia Alessandra Candela. I soci del Lions Termoli Host ringraziano i past governatori Nicola Nacchia, Enrico Corsi, Guglielmo Lancasteri, i Melvin Jones Fellowship Nicola Pace, Sandro Buccino, Pardo Desiderio, Elda della Fazia, i Presidenti dei numerosi club e tutti coloro che hanno partecipato alla 56° Charter Night.