di Redazione

A TANTO DOVREBBE AMMONTARE L’ONERE FINANZIARIO PER LE RICORRENZE PATRONALI DEL 16, 17 E 18 GIUGNO PER RICORDARE I SANTI MARTIRI NICANDRO, MARCIANO E DARIA E PER LE CELEBRAZIONI IN ONORE DELLA MADONNA DEL CARMINE DEL 15 E 16 LUGLIO.

Un impegno economico non indifferente. E’ quello previsto a Venafro per le imminenti festività popolari, vale a dire le ricorrenze patronali del 16, 17 e 18 giugno con cui celebrare i Santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria e l’appuntamento del 15 e 16 luglio in onore della Madonna del Carmine. Quanto si stima di spendere per i due appuntamenti attesi dalla collettività locale? Dalle voci ufficiose che circolano, qualcosa come 150mila euro circa ! Cifra indubbiamente considerevole, che si stima di fronteggiare con le volontarie offerte dei venafrani e con la lotteria che mette in palio un’autovettura di media cilindrata e altri interessanti premi. In effetti a tanto sta lavorando il numeroso comitato festa, che continua a raggiungere case, negozi, uffici, società ect. per raggiungere la cifra necessaria a garantire i diversi appuntamenti civili. Tra questi vanno segnalati il concerto serale del 17 giugno del cantante partenopeo CLEMENTINO che si esibirà sul piazzale della stazione ferroviaria. Il giorno precedente invece applausi in programma per un gruppo musicale itinerante, quindi l’esibizione serale del 16 da parte di musicisti locali e l’atteso matinèe musicale del 18 giugno in piazza Cimorelli al rione Mercato del Gran Concerto Bandistico Città di Ailano. Per gli appuntamenti civili della Festa della Madonna del Carmine si segnalano soprattutto la banda musicale e l’Orchestra di Mirko Casadei, garanzia di buona musica e tanto divertimento. Per entrambe le festività in programma anche luminarie, fuochi pirotecnici ed altro ancora ad attrarre ed interessare. Questo per i programmi civili. Passando ai riti religiosi di tali festività, e sottolineato che il calendario 2024 della Famiglia Monastica di S. Angelo e S. P. Pio di Puglie e Molise riporta per la prima volta la ricorrenza del Patrono di Venafro e Protettore della Diocesi d’Isernia/Venafro San Nicandro nella giornata del 17 giugno, riscontro questo assai gradito ai venafrani, per i riti religiosi -si diceva- sono da segnalare le processioni del 16 giugno e quella conclusiva del 18 coi simulacri dei Martiri venafrani ed il Pontificale in Basilica nella mattinata del 17 giugno. Per la ricorrenza religiosa in onore della Madonna del Carmine spiccano per importanza la novena di preparazione e la processione del 16 luglio, conclusa da solenne celebrazione. Tali riti si terranno nella Chiesa dedicata alla Madonna di Monte Carmelo, dallo scorso anno finalmente restaurata dopo lavori di consolidamento e rinnovi strutturali. Venafro quindi si appresta agli storici  tradizionali festeggiamenti civili ed ai riti celebrativi per onorare le figure d’eccellenza della fede locale : i Santi Martiri Nicandro, Marciano e Daria e la Madonna del Carmine.

Articolo precedenteASSUNZIONI PER 130 COMUNI MOLISANI. PUBBLICATO SU INPA IL MAXI AVVISO ASMEL
Articolo successivoMAXI SCHERMO SUL CORSO PRINCIPALE A VENAFRO PER GLI EUROPEI DI CALCIO